Immagine

Alluvione Genova

Genova_1

Annunci

Poesia – Le note degli archi

violoncello
Gli archi si muovono, ritmo lento e accelerato.
Le vibrazioni si trasformano in suoni ed io ne assaporo ogni singola nota.
Ne sento l’odore, il dolce profumo inebriante.
Sono colma di note, non ne sono ancora sazia.
E tu, pizzica il liuto, ti prego ancora, finché non perderò i sensi e la ragione.
Finché la musica non finirà di cullarmi.
Suona, suona.

Maria

Poesia – Il vento

vento

Lo sento.
Scuote anche i miei organi interni, avverto lo stomaco e l’intestino e i polmoni.
E il cuore e la trachea.

Ascolto il dondolio di ogni parte di me.
Sono tanti pezzi vicini, sono il puzzle che può scomporsi facilmente.

Questo vento aiuta la consapevolezza.

Ed ora, ogni tassello del mio corpo vibra.
Concentrata, in una meditazione atavica, cerco le forze per costruire il collante.

No, non voglio perdere nulla.

Maria

La Donna e il Buio.

donna-buio

La Donna incontrò il Buio.

L’Oscurità l’accolse in un abbraccio e lì rimase a riposare.
Non spuntò il Sole quel giorno e la Donna non se ne accorse.
Il Buio si avvicinò sensuale davanti a lei: “Sei stata bene tutta la notte, perché non rimanere in eterno tra le mie braccia?”.
La Donna si accucciò in silenzio, le mani sul viso.
Ecco il bivio: Luce/Buio.
La Donna scelse…
Maria

Amico e padre

Felice

Una donna vagava tra i suoi pensieri camminando lentamente.

Il volto vicino, le mani in un abbraccio, l’amore vivo e puro.
La gioia di essere sua sempre.

La madre contenta, il sorriso e un occhiolino d’intesa.
Si capirono.

Le parole, suppellettili inutili, solo l’anima canta.
La strada perfetta per la felicità.

Maria