L’espressione del caos

Questo è il momento giusto per la creatività.
Quando tutto nella testa e nell’anima è in pieno tumulto, il canale dell’estro si apre e lascia libero spazio al riempimento della scatola vuota.
Colori, materiali e forme per eliminarne l’anonimità. Ogni parete un pensiero o più pensieri che si fondono.
Ti immergi nel colore, diventi pennello, diventi strumento dell’arte, strisciando, rotolando, lasciando scie e impronte; ogni sfumatura, ogni goccia è parte del tuo essere.
I capelli color fuoco bruciano la parete, aggiungi un po’ di giallo per schiarire gli angoli superiori e immergi i piedi nel verde smeraldo perché il pavimento diventi prato e natura.
Un connubio di donna e pittura, di movimenti e di tessuti che si incollano e si amalgamano qua e là.
Bulloni e viti, perché la vita a volte va incastrata e bloccata e spago per assicurare un pacco perfetto.
Latte di vernice ora, versate dall’alto, latte d’azzurro, di blu e di bianco, un liquido vischioso che scivolando percorre semi-compatto un letto non disegnato, un fiume con le sue anse.
Ed ora guardo, forse è natura, forse città, forse è solo caos.
Il caos, l’espressione del tutto e del niente.
E il canale si richiude.

Maria

[Quadro: Caos – Stefano Busonero]

Annunci
di Margie Inviato su Caos

3 commenti su “L’espressione del caos

  1. Pingback: L’espressione del caos. « Frullato di Donna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...